07-Agosto-2021
Immagine
Dieta Zona obiettivo salute

Da sempre la nutrizione e soprattutto la parola “dieta”, temutissima dai più, rappresenta un argomento associato a ragioni puramente estetiche o a problemi di peso che vanno necessariamente risolti.

Sfatiamo subito un mito: non c’è niente di più sbagliato!

Una corretta alimentazione, uno stile di vita sano ed equilibrato ha come fine ultimo quello di farci vivere meglio, consapevoli del cibo che consumiamo ogni giorno e dell’effetto che ha sul nostro organismo. Più consapevolezza, meno luoghi comuni, 403030 Healthy Kitchen si propone proprio questo obiettivo, diffondere informazioni corrette e veritiere per mostrarvi l’importanza di un’alimentazione bilanciata

Dopotutto, il cibo è gioia, convivialità, è una carezza per l’anima… chi mai vorrebbe privarsene per raggiungere improbabili modelli estetici?

Noi di certo no. Quindi preparati a conoscere un nuovo modo di parlare della dieta, oggi ti presentiamo la Dieta Zona: obiettivo salute!

 

Cos’è la Dieta Zona?

È stato il biochimico americano Barry Sears, a metà degli anni ’90, a trattare il tema della nutrizione stravolgendo i classici canoni calorici ai quali eravamo abituati. Sears ha compreso che, alcuni fenomeni come l’invecchiamento precoce dell’organismo o l’ingrassamento pericolo e altre patologie anomale, sono in realtà causate da un’attività ormonale inadeguata che porta a uno stato infiammatorio e allo squilibrio di tutto il nostro organismo.

La Dieta Zona è un sistema dietetico che si basa su una gestione del cibo in grado di migliorare l’efficienza dello stato metabolico. Non le calorie quindi, ma un controllo ormonale indotto dall’alimentazione equilibrata è l’obiettivo della Dieta Zona.

 

I 3 macronutrienti della Dieta Zona

In base alla teoria della Dieta Zona, in ogni pasto e in ogni spuntino devono essere abbinati 3 macronutrienti in percentuali caloriche specifiche:

  • 40% di carboidrati. Dobbiamo necessariamente distinguere tra carboidrati amici e non! Tra i primi troviamo la verdura e quasi tutta la frutta. Tra quelli che non possiamo proprio definire best friends, categorizziamo il pane, la pasta, la pizza, i cereali in genere, ovvero ciò che agisce prepotentemente sull’insulina;
  • 30% di proteine. Da prediligere quelle proveniente dalla carne bianca, dal pesce, dai formaggi magri, perché agiscono sull’ormone Glucagone che attiva le riserve di glicogeno garantendo un livello adeguato di zuccheri nel sangue;
  • 30% di grassi. Rigorosamente insaturi vegetali, in grado di regolare una famiglia di ormoni gestori dello stimolo dell’appetito! In questa categoria di macronutrienti, fondamentale nella Dieta Zona, è l’uso dell’Omega 3. È proprio lui, infatti, che garantisce e sorveglia l’equilibrio tra gruppo di ormoni, gli Eicosanoidi, regolando le infiammazioni dell’organismo.

I blocchi della Dieta Zona

Un’altra novità introdotta dalla Dieta Zona è l’unità di misura utilizzata per tradurre in peso la proporzione 40 – 30 – 30: i blocchi.

Un mini-blocco è formato quindi dall’insieme dei 3 macronutrienti; di conseguenza, un blocco sarà l’insieme di 3 mini-blocchi. In base ad alcuni parametri (ad esempio massa magra, attività sportiva, etc) il nutrizionista stabilisce il numero di blocchi adatto a ciascun soggetto e li distribuisce nell’arco della giornata. La persona “entra in Zona” quando, grazie ad un aggiornamento costante e adeguato dei blocchi, riesce a mantenere in equilibrio il proprio organismo.

403030 Healthy Kitchen e la Dieta Zona

403030 Healthy Kitchen è un progetto che nasce per diffondere un lifestyle sano, all’insegna del vivere bene e del sentirsi meglio. La Dieta Zona rappresenta i nostri principi, il gusto e l’attenzione verso ciò che mangiamo il nostro unico amore!